Gli anti Papi

Con il termine “anti Papa” di definisce colui che veniva elevato al soglio pontificio in modo non canonico, per cui diventava usurpatore di un potere, che non gli competeva. Il primo antipapa fu S. Ippolito, che dal 217 al 235 si oppose a papa Callisto; l’ultimo fu Felice V, eletto dal Concilio di Costanza nel 1439 e deposto dallo stesso nel 1449. Sul numero degli antipapi gli storici sono discordi: alcuni ne elencano 25, altri fino a 40. Il fatto si spiega con la difficoltà degli stessi storici a chiarire la legittimità del voto per elezioni papali particolarmente tumultuose, per mancanza di documenti, ecc. (fonte: GE20, IGDA, 1977).
Ogni anti Papa ha un approfondimento biografico da Wikipedia.

 

S.IPPOLITO, Ippolito di Roma (Asia, 170 circa – Sardegna, 235) è stato un teologo e scrittore romano, primo antipapa della storia della Chiesa; prima della morte si riconciliò con il papa legittimo, Ponziano, insieme al quale subì il martirio; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa, pertanto è considerato come il primo Antipapa della storia ad essere stato canonizzato.

 

NOVAZIANO, (220 circa – 258) è stato un presbitero e teologo romano, fondatore del movimento dei Novazianisti, che si creò antipapa dal 251 al 258. Gli autori greci, papa Damaso I e Prudenzio lo indicarono con il nome di Novatus.

 

FELICE II, Felice (Roma, … – Ceri, 22 novembre 365) è stato un vescovo romano, ariano, che divenne Antipapa con il nome di Felice II dal 356 alla sua morte; insieme ad Ippolito, è il secondo e finora ultimo Antipapa ad aver ricevuto la canonizzazione.

 

URSICINO, Ursino, noto anche come Ursicino (… – dopo il 384), è stato un religioso italiano, che fu eletto Vescovo di Roma nel settembre 366 in seguito ad un’elezione burrascosa e contestata, quale rivale di Damaso I. Governò a Roma per alcuni mesi tra il 366 ed il 367, ma, in seguito, venne dichiarato antipapa.

 

EULALIO, Eulalio (… – 423) è stato antipapa dal dicembre 418 all’aprile 419.

 

LORENZO, Laurenzio, o Lorenzo (o forse Celio) (… – 507 o 508), è stato antipapa dal 498 al 506.

 

DIOSCORO, o Dioscuro (Alessandria d’Egitto, … – Roma, 14 ottobre 530) è stato antipapa dal 22 settembre 530 fino alla sua morte.

 

PASQUALE, (VII secolo – 692) è stato antipapa nel 687.

 

TEODORO, (… – …) era un presbitero romano che fu antipapa col nome di Teodoro II nel 686 e 687.

 

COSTANTINO II, (Nepi, … – VIII secolo) venne fatto eleggere il 5 luglio 767 dal fratello Totone, duca di Nepi, ancora prima che papa Paolo I morisse: venne deposto e imprigionato dai Longobardi di Desiderio il 6 agosto del 768; dopo l’elezione di papa Stefano III (1º agosto 768) fu imprigionato e in seguito venne fatto accecare.

 

FILIPPO, (… – …) fu antipapa per un solo giorno, il 31 luglio 768.

 

GIOVANNI, Di lui si sa pochissimo: sappiamo solo che era un diacono della Chiesa romana e che venne eletto pontefice il 25 gennaio dell’anno 844.

 

ANASTASIO III detto Anastasio il Bibliotecario, (Roma, 810 circa – 879), è stato un abate e filologo italiano. Fu antipapa nell’855.

 

SERGIO, 897-898

 

CRISTOFORO, di Roma 903-904

 

BONIFACIO VII, Francone, di Roma 974-984

 

GIOVANNI XVI, Giovanni Filagato, Rossano Calabro 997-998

 

GREGORIO, di Roma 1012

 

SILVESTRO III, Giovanni, vesc. di Sabina 1045

 

BENEDETTO IX, 1047

 

BENEDETTO X, Giovanni Mincio 1058-1060

 

ONORIO II, Cadaloo 1061-1064

 

CLEMENTE III, Guiberto, di Parma 1080-1100

 

TEODORICO, vescovo di S.Rufina, 1100

 

ALBERTO, vescovo di Sabina, 1102

 

SILVESTRO IV, Maginulfo, di Roma, 1105-1111

 

GREGORIO VIII, Maurice Boudin, francese, 1118-1121

 

CELESTINO II, Tebaldo boccadipecora, di Roma, 1124

 

ANACLETO II, Pietro Pierleoni, di Roma, 1130-1138

 

VITTORE IV, Gregorio, patria ignota 1130

 

VITTORE IV o V, Ottaviano Monticelli, di Tivoli, 1159-1164

 

PASQUALE III, Guido, di Crema, 1134-1168

 

CALLISTO III, Giovanni, abate di Strumi, Arezzo, 1168-1178

 

INNOCENZO III, Lando, di Sezze, 1179-1180

 

NICOLO’ V, Pietro Rainallucci di Corvaro, Rieti, 1378

 

CLEMENTE VII, Robert dei conti Genevois, Francia, 1378-1394

 

BENEDETTO XIII, Pedro de Luna, dell’Aragona, 1394-1423

 

CLEMENTE VIII, De Mugnoz, spagnolo, 1423-1429

 

BENEDETTO XIV, 1429

 

ALESSANDRO V, Pietro Filargo, di Creta, 1409-1410

 

GIOVANNI XXIII, Baldassare Cossa, di Napoli, 1410-1415

 

FELICE V, Amedeo VIII duca di Savoia, 1439-1449

 

La Chiesa cattolica palmariana (Chiesa cattolica apostolica palmariana o ufficialmente in spagnolo Iglesia Cristiana Palmariana de los Carmelitas de la Santa Faz) è una Chiesa cattolica scismatica, retta da un proprio pontefice, attualmente Gregorio XVIII. È solitamente considerata come parte dei movimenti conclavisti.

 

Clemente Domínguez Gómez (Siviglia, 23 aprile 1946 – Utrera, 22 marzo 2005) ex-impiegato della compagnia elettrica statale spagnola, si rese celebre in seguito ad una serie di presunte apparizioni della Madonna nel luogo chiamato Lentisco, presso un paesino dell’Andalusia di nome Palmar de Troya, come Antipapa Gregorio XVII, capo della Chiesa Cattolica Palmariana.

Manuel Alonso Corral, conosciuto dai suoi fedeli come papa Pietro II (Cabeza del Buey, 1934 – Utrera, 15 luglio 2011), è stato un presbitero spagnolo. Scomunicato dalla Chiesa cattolica, si è proclamato capo della scismatica Chiesa cattolica palmariana.

Sergio María Jesús Hernández (Mula, 1 luglio 1959) è l’attuale papa della Chiesa Cattolica Palmariana con il nome di Gregorio XVIII, succedendo a Manuel Alonso Corral, defunto il 15 luglio 2011.